19 giugno 2008

USA: dallo switch off una banda FM da 76 a 108 MHz?

Sepolta nel corposo documento FCC sulle iniziative destinate alla promozione della diversificazione del concetto di proprietà nell'ambito dei servizi di radiodiffusione, c'è una proposta di corposa espansione della banda FM che da qualche giorno è possibile commentare attraverso il sito Web del regolatore americano.
Non è una questione da poco. A proposito del "tesoretto" che potrebbe derivare dallo spegnimento delle frequenze televisive analogiche terrestri, una piccola società di consulenza, la Mullaney Engieneering, aveva avanzato alla FCC un'idea abbastanza sconvolgente: prendere i 22 MHz di spazio oggi occupati dai canali televisivi VHF 5 e 6 (76-88 MHz) e riassegnarli a una banda dell'FM commerciale in cui troverebbero posto altri 60 canali oltre ai 100 già disponibili oggi tra 88 e 108 MHz. Nel documento siglato MB DOcket No. 07-294, la FCC si dice d'accordo e da oggi è iniziato il giro di opinioni dei cittadini e di altre parti interessate. I primi pareri si possono visualizzare a questo indirizzo inserendo nel campo "Proceeding" il codice "07-294".
Non sarà certo una decisione automatica e non si esclude che l'espansione dell'FM possa essere condivisa con altri servizi o magari limitata alle sole licenze low power, o magari ai soli ripetitori di cui le stazioni in onde medie potrebbero essere autorizzate a servirsi per facilitare il graduale processo di abbandono delle frequenze delle onde medie. In ogni caso potrebbe trasformarsi in una enorme opportunità: oltre 32 MHz di spazio canalizzato a 400 kHz da destinare alla radiodiffusione analogica o IBOC!

2 commenti:

I2VGO ha detto...

Interessante sviluppo e concordo con la situazione delle bande TV in USA, volevo ricordare che il Giappone da decenni usa la banda 76-90 MHz per broadcast radio FM e 90 -108 per trasmissioni audio dei loro programmi TV. In Europa, mi sembra dalle WARC anni settanta, che tutti canali TV devono essere tolti dalla banda VHF(I II e III). L'Italia per mancanza di"spazio "in banda UHF è in continua deroga per l'autorizzazione a lasciare il primo TV RAI sui canali VHF.
E' mia opinione che il DRM potrà giustamente essere rivalutato e diventare una possibile killer application in banda FM solo con l'estensione delle frequenze verso il basso degli attuali 87,5 - 108 MHz.
Saluti
I2VGO

Pietro Zannoni ha detto...

Alcuni ricevitori moderni e di recente fabbricvazione,già hanno la banda estesa a sotto gli 87.5 mhz. Infatti credo che tutti i ricevitori, dovrebbero iniziare da 76 mhz, per il semplice fatto che in alcuni continenti la banda Fm inizia molto sotto lo standard europeo che prevede l'inizio della banda commerciale da 87.5. Ci sarebbe da rivolgere un invito alle radioindustrie di fabbricare tutti i ricevitori,con la banda Fm analogica a partire da 76 Mha,fino ai 108.