30 ottobre 2010

Dual Dab 4, radio DAB/FM. In attesa di giudizio

Ho esitato un po' a pubblicare questa recensione, perché ancora non sono riuscito a stabilire l'esatta origine dei difetti di ricezione DAB+ che ho riscontrato con questo modello tedesco (ma Made in China) di radio digitale/FM basata - credo - su chip Frontier Silicon Venice5. Il funzionamento è piuttosto discontinuo con i canali DAB+ italiani (non posso dire di quelli svizzeri). Ma la radiolina è molto economica e interessante, ha una buona ricezione DAB e FM-RDS e il più delle volte funziona anche sul DAB+. La recensione la pubblico lo stesso, sospendendo un giudizio definitivo al momento in cui sarò riuscito a stabilire se ho avuto la sfortuna di capitare su un modello un po' difettoso.
Di passaggio al CERN di Ginevra per una conferenza stampa Intel sul cloud computing (che regalo la chiacchierata con Sergio Bertolucci sugli incredibili progressi fatti negli ultimi 6 mesi dentro all'anellone del progetto LHC e i suoi detector, non ché sull'imminente lancio di SCOAP3 lo Sponsoring Consortium for Open Access Publishing in particle physics e sulla fisica delle stringhe), mi sono concesso questa mattina molto presto una deviazione voluttuaria al centro commerciale Balexert nella zona aeroportuale di Cointrin. Sugli scaffali di Migros Electronics sono infatti esposti numerosi ricevitori per radio digitale DAB/DAB+. In effetti ho trovato una offerta quasi altrettanto ricca qui in aeroporto, anche se da Migros l'assortimento è imbattibile e include anche una autoradio della Dual, la marca dominane insieme a Pure, Tech-Line, Revo e forse altre che adesso non ricordo (altre marche sono saltate fuori nei negozietti dutyfree).
Pensavo di acquistare una Dual Dab 6, ma ho ripiegato su una Dab 4 che con i suoi 69 franchi e 99 mi ha fatto risparmiare 30 franchi (credo che la differenza sia solo nel fatto che la Dab 4 ha un semplice vano batteria da 6 pile AA mentre la Dab 6 ha una ricaricabile al litio integrata). Ho anche avuto il tempo di accendere l'apparecchio nella stanzetta dell'Ibis Hotel e realizzare il filmato che includo qui.



video

Ricezione molto buona, sintonia DAB molto veloce, abbondanti dettagli sulla ricezione grazie al tastino INFO (incluso il bit rate, il tipo di codifica e la frequenza in banda III ricevuta), velocissima anche l'identificazione dell'RDS dell'FM, che con i suoi 50 kHz di passo mi sembra molto adatta alla nostra situazione. Alla fine del filmato ho impacchettato tutto, ho trascorso la giornata al CERN e alle sei di sera ho preso l'aereo Ginevra Roma. Ovviamente ero molto curioso di testare la ricezione del DAB nella capitale.
Riapro la scatola della Dab 4, accendo, risintonizzo sulle emittenti locali e mi metto ad ascoltare Auditorium FD5+, davvero un altro sentire rispetto al canale FD5 old style del multiplex milanese. Ma dopo un po' che ascolto l'FD5+ romano la Dab 4 comincia a dare problemi. La ricezione si interrompe, il display dice solo "FD5+ connecting..." e non c'è verso di spostare la sintonia. E' difficile anche commutare dal DAB all'FM, devo accendere e spegnere per farlo, premere ripetutamente il pulsantino BAND. C'è qualcosa che non va. Piuttosto incazzato (la radio è in garanzia ma il Migros più vicino è a casa mia è oltre Chiasso, a 60 chilometri da casa mia) spengo e reimballo tutto. Trascorsa la giornata in via Asiago alla RAI salgo sul mio treno per Milano. A Firenze tiro fuori la Dab 4 e il blocco sul canale FD5+ non c'è più, sparito con il segnale. Risintonizzo e trovo un multiplex EuroDAB, la radiolina Dual è davvero sensibile. Ma la ricezione si interrompe molto spesso sui canali DAB+, non tutti i canali si ricevono subito, devo riaccendere e riprovare. Insomma, qualcosa proprio non va. Stessa cosa a Bologna, dove il multiplex DAB della RAI funziona e il multiplex Aeranti-Corallo funziona a singhiozzo. Identica situazione a Milano, vecchia codifica perfetta, multiplex EuroDAB ancora a singhiozzo sulle stazioni DAB+.
I motivi possono essere diversi. Non posso escludere che avrei riscontrato problemi analoghi in Svizzera perché ho ascoltato per troppo poco tempo. Un'altra ipotesi è che i multiplex italani non siano configurati perfettamente e producano qualche conflitto. Un'altra ancora è ovviamente che la radio sia guasta, ma mi sembra strano visto il buon funzionamento sul DAB senza "+" e in FM. Ho chiesto al mio amico romano che mi fa da consulente in materia di chipset (è un fisico che lavora anche al CERN ed è molto ferrato), ma la sua Dual Dab 6 acquistata in Svizzera non dà assolutamente problemi di ascolto a Roma, né sul DAB, né sul DAB+. Forse ci sono problemi con la versione del firmware della mia? Non posso neppure escludere che l'alimentatore fornito abbia qualche problema nello stare al passo con i requisiti di assorbimento della codifica DAB+. Il menu mi consente di visualizzare anche la versione del firmware su cui è basato il mio apparecchietto: dabp-fm-mmi.arts.ven5-dpr199_V3.2.13.23215-6. Da questa sequenza è possibile se non altro risalire al chipset utilizzato dalla Dual, un Venice5 di Frontier Silicon. L'unico modo di avere la controprova sarebbe quello di provare con una radio diversa, cercherò di farlo.
Assumendo che i problemi riscontrati dipendano da una radio effettivamente difettosa, il comportamento della Dual Dab 4 mi sembra molto soddisfacente in rapporto a un prezzo di 70 franchi, circa 50 euro. La sensibilità indoor appare molto elevata, il software informativo e veloce, l'ergonomia sufficiente. L'apparecchio è molto leggero e anche se il materiale non è dei più lussuosi e robusti, la linea estetica non è troppo "cheap". L'unico inconveniente è il vano batterie che richiede sei pile (credo che l'autonomia debba essere molto scarsa). Se non fosse per tutti questi inghippi riscontrati con il DAB+ italiano sarebbe una radio digitale ibrida molto interessante.

Nessun commento: