21 agosto 2008

La radio su iPhone, una valanga di applicazioni

Una dozzina di applicazioni radiofoniche per iPhone, da Last.fm e Pandora a AOL Radio fino ad alcune meno conosciute (StreamItAll, Tuner Internet Radio, All Radio). Sono l'oggetto di questa lunga recensione collettiva pubblicata su iLounge da Jeremy Horwitz. Mi permetto di segnalarne un paio che mi sembrano interessanti. Mx3.ch Mobile è una applicazione mobile sviluppata in Svizzera dall'omonimo portale per dare l'opportunità di accedere al meglio della scena musicale elvetica. Può essere lo spunto altre analoghe applicazioni. Stitcher Radio, invece, è un aggregatore di podcast che mette insieme contributi audio di diverse fonti per creare una radio informativa multicanale. Stitcher ovviamente può essere utilizzato anche su Web.

5 commenti:

Dok - RockCast Italia ha detto...

Mi permetto di aggiungere Gunp.it - la directory dei podcast italiani indipendenti e prima webapp-aggregatore fruibile tramite Safari su iPhone.

Ginevra ha detto...

Io invece aggiungerei KeRadio! Niente male davvero: http://www.keradio.com/it/home.html

Andrea Lawendel ha detto...

Mi fa un po' specie che Ginevra debba ricorrere al viral marketing su un blog come questo, scritto da un giornalista di settore che vanta una certa esperienza ma non ha particolari preclusioni nei confronti dei comunicati stampa, quando vengono chiamati con il loro nome.
Keradio! è una applicazione sviluppata da A-Tono, una Web agency orientata al mobile marketing (suo l'interessante osservatorio Faro Mobile) attiva da una decina d'anni e basata a Milano (in corso Buenos Aires, a due passi dalla mia abitazione) e Pisa, Catania e Rio de Janeiro. Keradio! è un servizio musicale in streaming di tipo "emozionale", personalizzato in base a parametri che cercano di ricalcare l'umore del momento nel suo ascoltatore. Esperimenti in tal senso sono stati fatti in Italia, tra gli altri, da Stereomood, Web radio dello studio milanese di Giovanni Ferron e C. (molto interessante) e dagli stessi network in FM, vedi il caso della musica personalizzata di Radio 101.
A integrazione del comunicato subliminale di Ginevra, ecco il vero comunicato stampa di A-Tono su Keradio!.

Ginevra ha detto...

Ma veramente io non conosco nè A-Tono nè tutte le sedi di A-tono..grazie comunque per le informazioni che mi hai dato sull'azienda..io uso KeRadio solo perchè mi sono imbattuta sull'applicazione e questo mi è sembrto il luog adeguato per postare la mia"esperienza"! Comunque ti vedo abbastanza preparato e quindi ritoprnerò sul tuo blog, ma lascia dire alla gente ciò che vuole!!

Andrea Lawendel ha detto...

In effetti sui blog nessuno fa mai pubblicità esplicita o occulta. Sono io che sono il solito sospettoso... Ginevra, puoi tornare tutte le volte che vuoi e naturalmente dire quello che vuoi, come tutti quelli che mi leggono (non mi sembra di non aver autorizzato il commento, no?). Anche tu però lascia parlare chi gestisce uno spazio che dà tante soddisfazioni ma costa tempo e fatica. Avevo interpretato male la tua utile segnalazione, ti chiedo scusa ma ti prego, se puoi, aggiungi una riga per precisare che di segnalazione disinteressata si tratta. Detto senza nessuna polemica, ti assicuro che il viral marketing è un problema non indifferente e per me è importante cercare di separare l'informazione dalla pubblicità. Mi fa molto piacere che tu non conoscessi A-Tono, magari il loro sito Faro Mobile (questa non è pubblicità) potrà interessarti.