23 aprile 2008

Un sondaggio sulla ricezione di RAI Auditorium

In genere mentre lavoro sono sintonizzato, qui a Milano, sui 102.2 MHz di Auditorium, il canale RAI di musica classica che riprende il V della filodiffusione (qualcuno mi sa dire se la filodiffusione viene ancora filodifusa?). Oggi sento per la prima volta che i programmi vengono interrotti da una gentile voce che segnala agli ascoltatori un survey sulla qualità di ricezione di questo programma, isola felice in un mare di banalità purtroppo preclusa a gran parte del territorio nazionale. In teoria il pubblico potrebbe usufruire dello streaming Web di Auditorium, non fosse per un piccolo, trascurabile particolare: in provincia, dove l'FM non arriva, spesso e volentieri non arriva neppure l'ADSL.
Telefonando al numero verde 800-111555 dalle 8 alle 23 dal lunedì al sabato, è possibile indicare all'operatore come arriva Auditorium dalle vostre parti. Nella speranza che questo sondaggio sia il sintomo della volontà di ampliare l'area di copertura del segnale, invito tutti gli interessati a esprimere il proprio giudizio. La chiamata è gratuita.

2 commenti:

Fabrizio ha detto...

ciao Andrea, ho ascoltato anche io l'annuncio del sondaggio. Immagino che il sondaggio (e l'annuncio stesso?) sia indirizzato solo a chi può ascoltare rai auditorium su FM, no?
Si potrebbe far sapere a chi cura il sito rai che la pagina
http://www.radio.rai.it/filodiffusione/modulazione.cfm
non è aggiornata: a Roma, rai auditorium ha l'RDS (come nelle altre città immagino) e oltre a Milano, Napoli e Torino si è aggiunta anche Ancona 106 MHz

Andrea ha detto...

Forse per correggere la pagina e aggiungere la nuova frequenza Auditorium di Ancona aspettano la definitiva chiusura della filodiffusione via telefono, che secondo Andrea Borgnino dovrebbe essere imminente. Un pezzo di storia che se ne va, ucciso dall'ADSL. Con la differenza che la filodiffusione via telefono costa 2 euro e sette centesimi all'anno.