31 marzo 2008

Rubano il cavo, a Managua spenta Radio Pensiamiento

I robacables, ladri specializzati nel furto con destrezza di cavi in rame (materiale quanto mai prezioso nelle nazioni in via di sviluppo) hanno messo a tacere una emittente nicaraguense, Radio El Pensamiento, 880 kHz, di proprietà del giornalista Allan Teffel Alba. Durante la notte sono penetrati nel campo alla periferia di Managua dove è installato il traliccio dell'antenna e hanno tagliato e trafugato 150 piedi di cavo coassiale (27 dollari al piede). Purtroppo anche il trasmettitore è stato danneggiato. Non esistendo più alcun il carico dell'antenna, al momento dell'accensione sono esplose quattro valvole da 1.500 dollari ciascuna. Un bel danno per la piccola emittente commerciale, che ora si sta arrabattando per cercare del cavo in prestito.

Robacables sacan del aire a otra radio

Se llevaron cable coaxial y dañaron el transmisor de Radio El Pensamiento. Según su director Allan Tefel Alba, estará silenciada al menos tres días; Policía no había recibido denuncia

Maryórit Guevara Gutiérrez
(http://www.laprensa.com.ni/archivo/2008/marzo/31/noticias/nacionales/251078.shtml)

Desde las tres de la madrugada de este domingo, Radio El Pensamiento, propiedad del periodista Allan Tefel Alba, salió del aire debido al accionar de la delincuencia del barrio La Primavera, donde se encuentra la antena de la radio, de la cual despegaron 150 pies del cable coaxial que la unía al transmisor.
Hasta la tarde de ayer Tefel Alba realizaba gestiones con radioemisoras amigas para que le facilitaran equipo para reiniciar las transmisiones, sin embargo presume que será hasta el miércoles que las labores reinicien.
“De ese cable no hay en Nicaragua, vamos a ver si alguien me lo presta para que la radio pueda salir al aire, porque es un cable grueso de cobre”, dijo Tefel. Cada pie del cable que fue desenterrado de una caja de cemento, tiene un costo de 27 dólares.
Pero las pérdidas no se limitan al robo del cable, ya que cuatro bulbos (tubos) del transmisor, valorados en mil 500 dólares cada uno, se fundieron al encenderlo, ya que éste no se encontraba conectado a la antena, ante la falta del cable coaxial.
“Escuché una corredera, pero no salí porque estoy sola con mis hijas y mis nietos. Además siempre se escucha el alboroto de esos chavalos que andan en la calle”, explicó Alba Luz Zelaya, que habita en el terreno donde se encuentra la antena y quien se encarga de encender en la madruga el transmisor.
Tefel Alba reveló que no es la primera ocasión que se convierte en víctima de la delincuencia, pues en los últimos años alrededor de 30 veces han salido del aire debido a la delincuencia que roba el cable para venderlo en las chatarrerías.
Se quejó de la actuación de la Policía Nacional, ante la que dice haber acudido siempre ante estos hechos, pero sin tener respuesta. Tefel dijo que remitió dos cartas explicando la situación, a la primera comisionada Aminta Granera, directora de la Policía, pero no le han sido contestadas.
El capitán Arnulfo Ampié, jefe interino del Distrito Seis de la Policía Nacional, expresó que durante su turno de 12 horas y hasta el mediodía de ayer no se había registrado ninguna denuncia relacionada al hecho, por lo cual no pueden actuar hasta que los afectados se presenten a la delegación.

7 commenti:

Melina2811 ha detto...

Stò facendo il mio solito giro per salutare gli amici dei vari blog che frequento. Ciao da Maria

Andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea ha detto...

Un saluto molto gradito, Maria, un'attenzione d'altri tempi. Grazie. Il sito di Maria parla in senso ampio di Internet, tecnologie, sondaggi. Ho visto un recente post sui radioamatori che denuncia una certa simpatia da parte della (immagino) giovane blogger nei confronti di questa categoria di mattocchi. Grazie dunque anche per la simpatia.

radiowaves ha detto...

Ciao Andrea. Posso darti un suggerimento (a meno che tu non abbia scelto diversamente per motivi tuoi)? Imposta il feed rss in modo che i post appaiano completamente sui feed reader. Al momento si possono leggere solo i titoli e per leggere un articolo completo è necessario raggiungere la pagina. Questo spesso mi scoraggia per mancanza di tempo.
Ciao!

Andrea ha detto...

In origine i feed erano in esteso, ma ho pensato che fosse un po' una contraddizione in termini. So che in teoria è possibile intervenire con il proprio reader, ma non voglio appesantire troppo i feed, dopotutto seguire il link e caricare il singolo post (ok, c'è la sidebar così lunga, in questo avete ragione) non comporta un'attesa così lunga e penso che per molti sia preferibile avere una pagina di feed con tutte le prime due o tre righe per ciascuna notizia. Poi devo ammetterlo, la voglia di portarvi sulle mie pagine mi piace di più e non certo perché mi sto arricchendo con AdSense. Non voglio escludere niente, però. Apriamo il dibattito tra tutti i lettori dei feed: come li preferite?

Fabrizio ha detto...

posso darti un consiglio? perchè non rendi (lo faccio anche io che non sono esperto) i "titoli" dei post cliccabili? altrimenti se sto leggendo un tuo vecchio post e voglio linkarlo, devo fare una ricerca su google

Andrea ha detto...

Purtroppo quello che chiedi dipende solo in parte da me. Radiopassioni non è stato ancora "upgradato" alla seconda versione di Blogger, che associa automaticamente il link del post al titolo. L'unica facility concessa al lettore è "Links to this post" che trovi in fondo dopo le etichette e prima del simboletto che ti permette di inviare il post via Mail. A partire da un certo momento (non ricordo quando) ho settato l'opzione "post page" per avere un link unitario a ciascun post, ma la prima versione di Blogger gestiva male i permalink e temo non ci sia molto altro da fare. O meglio, dovrei io per ogni titolo di post associare un link al post stesso. Ma in questo caso dovrei prima postare e poi tornare sul post con la funzione di editing. Troppo macchinoso. Prima o poi riuscirà ad aggiornare il blog a Blogger 2, sto anche studiando un passaggio a WordPress, su cui ho già effettuato una prima esportazione. Ma ci vuole tempo... Mi spiace. Se qualcuno ha un suggerimento da darmi mi fa un piacere, non è che anch'io sia un accatiemmellista provetto.