22 settembre 2009

Renon 2009, il paradiso SDR tra i monti altoatesini


Sabato e domenica, 26-27 settembre, l'altopiano di Renon/Costalovara, sopra Bolzano accoglie l'undicesima edizione del convegno radioamatoriale sulle radiocomunicazioni, con particolare attenzione alle tematiche Software Defined Radio. L'organizzazione è dell'I-Link Packet Radio Group dell'Alto Adige, sotto l'amorevole e attento coordinamento di una instancabile Silvia IN3FOT.
Non ho ancora idea se mi sarà possibile partecipare, ma se c'è un convegno europeo da mettere in calendario, ebbene Renon è davvero un'occasione imperdibile, per l'esclusiva combinazione di cervelli e paesaggio. Nella foto di Alberto Di Bene qui in basso vedete Nico Palermo, l'inventore del ricevitore SDR Perseus, che spiega la teoria dei downconverter implementati in FPGA. Era l'edizione dello scorso anno. Trovate l'audio delle lezioni di Nico in questa cartella sul servizio di file sharing Mediafire. Per info sulla riunione: segretaria (at) i-link (dot) it.


4 commenti:

r3fan ha detto...

convegno molto interessante, mi sarebbe piaciuto esserci, grazie per aver condiviso le lezioni di Nico Palermo e spero che i-link prima o poi metta a disposizione il file dell'intervento di Gianfranco Verbana per quanto riguarda il confronto tra ricevitori del passato e quelli moderni.
saluti, luciano

radioham ha detto...

Grazie di aver condiviso queste registrazioni!
Se ce ne fossero altre di altri relatori o di altri anni mi piacerebbe sentire. Grazie!

Andrea ha detto...

Grazie a entrambi per i commenti. Purtroppo non mi sarà possibile partecipare all'edizione di quest'anno del convegno di Renon. In genere cerco sempre di registrare nelle occasioni che riesco a presenziare. Un altro convegno molto ben fatto, quello di Modena, è particolarmente ben organizzato e mette a disposizione una copertura multimediale eccellente. La scena italiana dell'SDR radioamatoriale è ricchissima di attività e sperimentatori, ma spesso non ci si rende conto della necessità di divulgarne i concetti al di là degli ambiti tutto sommato ristretti delle liste di discussione su Internet. I convegni sono un veicolo eccellente, ma non possono attirare più di quel certo numero di persone geograficamente "compatibili". Sarebbe bello se tutti i più importanti riuscissero a produrre documentazioni e registrazioni.

radioham ha detto...

Wow, davvero grazie, ho appena finito di ascoltare i 4 file ed è stato davvero molto interessante..sopratutto la parte finale..e mi sembra di aver capito che avete resistito in pochi fino alla fine :-) Peccato solo che la registrazione si interrompe. Per il resto condivido in pieno il tuo pensiero. 73